Spiralix.


Riapparse più in là, ma forse avevo intuito il suo ritmo ripetitivo nella spazialità. Erano un paio d'ore che l'osservavo incuriosito, inconsapevole della sua origine. Passato i primi  venti minuti, incominciò a colpirmi una certa ricorrenza nella traccia del suo percorso. Per cui impiegai il tempo successivo un ora e quaranta minuti circa, nel memorizzarne, studiarne e predirne il movimento. Volarono due ore, al termine ero dunque pronto a sfidarla prevedendola con lo sguardo, nella sua area di prossima apparizione.

Titolo: Spiralix . La luce ripetitiva che a un tratto apparse dal nulla alla mia vista. Dipinta con la Pittura di Trasformazione.


Fu così che la memorizzai, precedendone i movimenti sinusoidali e l'illuminazione della porzione di finestra che si sarebbe accesa.

Cinque minuti dopo la terza ora presi le mie cose, alzandomi dallo sdraio, chiusi l' ombrellone dirigendomi verso casa.



Dovevo il più in fretta possibile, trasporre il fresco ricordo appena imparato a memoria, su tela in modo tale da averne una facile condivisione in futuro.

Così nacque Spiralix, come poi l'ho chiamata, una volta terminato lo scarico della mia memoria visiva, attraverso le tecniche della Pittura di Trasformazione e le sue varianti. Considerando l'eventualità questa mia idea ti possa piacere, essendo pubblica e immateriale quindi non arte mercato. Avrei bisogno del tuo supporto in forma d' iscrizione alla mia PaginaFacebook attraverso il pulsante apposito che troverai qui sotto. Grazie per Condividere.

Popular Posts